Dénia.com
Cerca

Last minute a Denia della crisi del coronavirus | Nuovo record, per il secondo giorno consecutivo, degli scarichi

Aprile 09 da 2020 - 11: 05

Denia, come l'intero paese, adotta le misure stabilite dallo stato di allarme che viene sperimentato per affrontare la pandemia di coronavirus.

Nuovo giorno con positivi più che nuovi, il numero di pazienti COVID-19 guariti è salito a 428 nell'ultimo giorno, un record dall'inizio della quarantena. In totale, ci sono già 1.772 infezioni e 7.964 infezioni nella Comunità Valenciana.

Last minute a Denia della crisi del coronavirus

08 aprile - 11:13 | Secondo giorno consecutivo con infezioni superiori alle nuove

Per il secondo giorno consecutivo, il numero di nuove infezioni, corrispondente a ieri, è inferiore al numero di nuove infezioni. Mentre i nuovi positivi sono cresciuti un po ', essendo 212, c'è stato un grande aumento delle aggiunte, 241. In totale, il numero di infezioni nella Comunità Valenciana è di 7.655 e 1.433 dimissioni.


07 aprile - 11:11 | La curva gira: ci sono più alte delle infezioni per la prima volta

E una delle notizie che volevamo dare è arrivata: per la prima volta da quando la pandemia di COVID-19 è arrivata nella nostra zona, ci sono più alte delle nuove infezioni nella comunità. La curva è cambiata l'ultimo giorno e speriamo che questo cambiamento continui ad accentuarsi nei prossimi giorni, come riportato dai dati giornalieri.

Durante ieri ci sono stati 109 nuovi casi di contagio in tutta la Comunità Valenciana (41 ad Alicante), con il maggior numero di dimissioni per quel giorno: 173. In totale, 1.103 persone sono già state curate, essendo state attive al momento 7.443 casi.


06 aprile - 11:14 | Ieri c'erano solo 32 persone che differivano tra infetti e alti

Le notizie positive sulla pandemia di coronavirus nella Regione continuano. Il ministro della Salute, Ana Barceló, ha annunciato oggi che ci sono stati solo 150 nuovi casi di positività nelle ultime 24 ore, le cifre più basse dal 17 marzo, di cui 46 nella provincia di Alicante.

Inoltre, il numero di registrazioni continua ad essere molto marcato, con 930 dall'inizio della crisi, 118 in più rispetto a ieri. Pertanto, tra quei 118 scarichi in un giorno e i 150 nuovi positivi c'è una differenza di sole 32 persone, il che ci invita a pensare che, se continuiamo così, la curva nella nostra comunità cambierà direzione per iniziare a ridurre il numero di persone infette. invece di aumentarlo.


05 aprile - 11:18 | Il numero di infezioni continua a diminuire e le aggiunte nella Comunità aumentano nelle ultime 24 ore

La Comunità Valenciana registra, ad oggi, 7184 casi positivi, come riportato dal Ministro della Salute, Ana Barceló, corrispondente a 2627 del totale alla provincia di Alicante. Di questo numero, nuove infezioni nelle ultime 24 ore, sono 283 casi positivi, di cui 68 provenienti dalla provincia di Alicante, una cifra che mostra il declino della curva.

Barceló ha anche messo in evidenza il numero di scarichi dati. Nella Comunità Valenciana ci sono già 812 registrazioni, 117 in più rispetto a ieri, di cui 259 dalla provincia di Alicante.

Le persone ammesse oggi sono il 1901, 76 in meno rispetto a ieri, essendo 640 nella provincia di Alicante, di cui 140 in terapia intensiva.

Per quanto riguarda i decessi, nelle ultime 24 ore ce ne sono state altre 41, per un totale di 613, di cui 263 corrispondenti alla provincia di Alicante.

La Consellera ha anche indicato il numero di servizi igienici che sono risultati positivi, una cifra che sale a 1179, 510 nella provincia di Alicante. Il numero di test negativi è 20846.

04 aprile - 11:10 | I dati più bassi per le nuove infezioni dal 23 marzo

Ana Barceló è tornata ad apparire per riferire i nuovi dati sulle infezioni da coronavirus durante l'ultimo giorno, aggiornando così le statistiche. E, fortunatamente, questi sono stati molto positivi dal 29 marzo, il che indicherebbe che il picco si è verificato sabato scorso 28. Ieri ci sono state solo 277 nuove infezioni in tutta la comunità, 114 delle quali nella provincia di Alicante.

Inoltre, si sono verificati 102 scarichi. Se questo declino dei nuovi positivi continua e questi elevati numeri di recupero, potrebbero presto cambiare le basi, iniziando a parlare di più curati che infetti.


03 aprile - 11:13 | I massimi continuano a salire e i nuovi casi di contagio stanno cadendo

Ancora un giorno, torniamo a ricevere notizie di speranza dal Ministero della Salute, con il nuovo aggiornamento dei dati rispetto a quelli raccolti ieri. I nuovi aspetti positivi nella comunità sono 316, il numero più basso dal 23 marzo. Inoltre, i massimi sono ancora molto alti, con 161 nuovi nell'ultimo giorno (593 in totale).

Nella provincia di Alicante ci sono stati solo 125 nuovi positivi, il che indica che finalmente potremmo essere vicini a girare la curva.


02 aprile - 14:18 | Orari di apertura degli stabilimenti a Pasqua

Apertura di esercizi commerciali durante la Pasqua:

  • Venerdì 10 aprile e lunedì 13 aprile, festivi nel calendario aziendale, durante lo stato di allarme potrebbero essere aperti negozi di oltre 300 m2 autorizzati.
  • Il Mercat de Dénia aprirà solo venerdì 10 aprile.

02 aprile - 11:18 | Le dimissioni aumentano mentre le nuove infezioni nella comunità vengono ridotte

Il ministro, Ana Barceló, ha annunciato oggi che 432 persone nella regione sono state curate dal coronavirus, 192 in più rispetto a ieri. Inoltre, il numero di nuove infezioni continua a scendere, essendo 386 nell'intera comunità (172 ad Alicante). Buone notizie, ma che non offusca la cifra importante, ci sono già 6.308 casi attivi nella Comunità Valenciana, con 443 morti fino ad oggi.


01 aprile - 20:47 | Omaggio della polizia e della protezione civile alla residenza di Santa Llúcia

L'ovazione quotidiana alle 20:00 di oggi è stata più speciale che mai a Denia. Gli agenti di polizia e protezione civile si sono trasferiti alle porte della residenza di Santa Llúcia per rendere omaggio ai lavoratori e agli utenti che "resistono" lì, senza alcun caso fino ad oggi di coronavirus.


01 aprile - 11:13 | Un numero inferiore di infezioni viene mantenuto questa settimana rispetto al precedente

La Consellera de Sanitat, Ana Barceló, ha riferito oggi via telematica di nuovi casi di coronavirus nella comunità registrata ieri. Queste cifre sono ancora inferiori a quelle del picco registrato sabato scorso, sebbene nel totale per la Comunità siano leggermente più alte di quelle di lunedì.

Ieri nella Comunità Valenciana sono stati registrati 414 nuovi positivi. In totale, ci sono 5.922 attivi, 395 morti e 240 dimissioni (40 in più rispetto a lunedì). A livello di provincia, Alicante ha registrato un declino rispetto a lunedì, con 152 nuovi positivi, lontani dalle 412 infezioni rilevate sabato 28.


31 marzo - 15:53 | I soccorritori rendono omaggio al servizio di pulizia dell'ospedale

L'area di emergenza dell'ospedale di Denia rende omaggio agli addetti alle pulizie con una grande ovazione di fronte al centro. Un gesto per dare forza e grazie per il tuo "impegno e dedizione in questi giorni difficili".


31 marzo - 11:23 | La curva potrebbe appiattirsi nella comunità

I nuovi dati sulle infezioni da coronavirus annunciati da Ana Barceló, ministro della Salute, sono in qualche modo incoraggianti. Dato che un picco con allarmanti nuove figure di contagio è stato registrato il 28 marzo nella Comunità Valenciana, con 750, e nella provincia di Alicante, con 412, ora sembra che la tendenza stia gradualmente diminuendo.

Ieri ci sono state 398 infezioni in tutta la comunità, poco più delle 326 di domenica e 182 nella provincia, essendo domenica 105. Questo calo dei numeri potrebbe significare che il tasso di infezioni sta diminuendo e la curva si sta appiattendo, sebbene è vero che è presto per saperlo. Il numero totale di decessi finora è di 338 e 200 persone sono già state dimesse.


30 marzo - 11:14 | La Comunità Valenciana supera già le 5.000 infezioni

Il Ministero della Salute ha confermato oggi 326 nuovi casi di coronavirus nella Comunità Valenciana, 105 dei quali corrispondenti alla provincia di Alicante. Quindi, ci sono già 5.110 casi positivi, 185 dimissioni e 310 il numero di decessi.


29 marzo - 12:50 | La salute conferma 750 nuovi casi di coronavirus nella Comunità Valenciana

Il ministro della Salute universale e della sanità pubblica, Ana Barceló, sembra aver aggiornato le informazioni sull'incidenza del coronavirus nella Comunità valenzana. Barceló ha confermato 750 nuovi casi positivi, portando il numero totale di casi positivi a 4.784, di cui 1.874 ricoverati in ospedale e 309 in terapia intensiva.

Dei 750 nuovi casi positivi, 412 si trovano nella provincia di Alicante. Allo stesso modo, il numero totale di casi positivi ad Alicante è 1.734 (651 ricoverati in ospedale e 104 dei quali in terapia intensiva). Il numero di professionisti della salute che sono risultati positivi in ​​totale è 788 (106 nella provincia di Castellón, 320 nella provincia di Alicante e 362 nella provincia di Valencia).

Fino a questa domenica ci sono stati un totale di 267 morti nella Comunità Valenciana, di cui 115 nella provincia di Alicante e ci sono stati un totale di 161 scarichi (45 in quello di Alicante). Per quanto riguarda i test che hanno dato un risultato negativo finora sono 13.309.

Il Ministro ha anche indicato che finora 2.081 professionisti della salute si sono registrati nella banca del lavoro abilitata dal Ministero della Salute.


28 marzo - 11:50 | Nuovi positivi vengono nuovamente lanciati nella provincia

Il ministro della Sanità, Ana Barceló, ha aggiornato i dati delle infezioni di COVID-19 nella Comunità Valenciana, che sono ben lontani dalle cifre piene di speranza di ieri. Nella provincia di Alicante i nuovi positivi salgono alle stelle, essendo 229 nelle ultime 24 ore, la provincia che ha aggiunto di più alla Comunità Valenciana durante l'ultimo giorno, che ha già un totale di 4.034.

27 marzo - 11:43 | Grande calo di nuovi positivi nella provincia

Anche se è presto per festeggiare qualsiasi cosa, i dati del Ministero della Salute delle nuove infezioni nella provincia di Alicante sono piuttosto ottimisti. Sono 54 i nuovi positivi di ieri, meno di un terzo rispetto al precedente aggiornamento (181 sono stati aggiunti mercoledì).

In totale, ci sono stati 332 nuovi casi in tutta la comunità, che ora ammonta a 3.532, con Valencia che è la provincia con i più nuovi positivi (239). Il totale dei defunti sono 198 e 73 dimissioni.


26 marzo - 11:20 | La provincia supera le mille infezioni

Si accentuano i nuovi casi di coronavirus nella Comunità Valenciana, che sono 584 in più rispetto a ieri, lasciando un totale di 3.200 infetti, con 57 scarichi e 167 morti. Nella provincia di Alicante ci sono 181 casi che sono stati aggiunti in questo aggiornamento, per un totale di 1.039.


25 marzo - 14:19 | La selettività è stata rinviata a fine giugno

Il governo e le comunità autonome hanno concordato di rinviare l'esame di ammissione di quest'anno all'università in modo che gli studenti possano prepararli in condizioni nonostante la sospensione delle lezioni fino ad ora, l'11 aprile.

La nuova data, hanno comunicato, sarà tra il 22 giugno e il 10 luglio per la chiamata ordinaria e prima del 10 settembre lo straordinario, anziché luglio.


25 marzo - 12:52 | Più di trenta denunce per violazione del decreto sullo stato di allarme

La polizia locale e la polizia nazionale hanno denunciato, ieri, 36 persone a Dénia per aver aggirato le restrizioni sullo stato del decreto di allarme. In totale sono state identificate 64 persone e 611 veicoli sono stati controllati.


25 marzo - 11:31 | La provincia raggiunge 858 infezioni

Il Ministro della Salute, Ana Barceló, ha riferito di nuovi casi di coronavirus nella Comunità Valenciana, con 449 nuovi casi, per un totale di 2.616. Nella provincia di Alicante ci sono già 858 casi dopo aver aggiunto i nuovi 229 positivi.


25 marzo - 10:40 | Il Consiglio Comunale lancia un video eccitante per incoraggiare i vicini

Il Consiglio Comunale di Denia lancia un eccitante video sui social network per incoraggiare i residenti di Denia a rendere più sopportabile la quarantena, mostrando tutto ciò che la città offre e che continuerà ad essere là fuori quando finalmente potremo goderne.

Ara Ho ho ho che questo malamento passante alcune persone pensano: "I demà, cosa?" 💪 Demà ... TORNAREM! ---------------------- 💭 E Ora che stiamo attraversando un momento difficile alcune persone pensano: "E domani, cosa?" 💪 Domani ... TORNIAMO!

Pubblicato da Ajuntament de Dénia martedì, marzo 24 di 2020


24 marzo - 12:55 | Venticinque nuovi casi lasciano la provincia con 629 infetti da coronavirus

La Comunità Valenciana registra oggi 2167 casi positivi, come riportato dal Ministero della Salute. Di questo totale, la cifra relativa alla provincia di Alicante è aumentata in 25 nuovi casi, portando così il numero di positivi per il coronavirus in quest'area a 629.


23 marzo - 14:21 | Le denunce di denuncia scendono questa domenica alle 9 per violazione del decreto sullo stato di allarme

La polizia locale di Denia continua a identificare pedoni e veicoli per le strade della città, oltre a denunciare coloro che aggirano le restrizioni dello stato di allarme. Durante ieri sono state identificate 63 persone, 81 veicoli controllati e 9 denunciati per violazione del decreto sullo stato di allarme.


23 marzo - 12:59 | L'UME disinfetta le strade di Denia

I membri dell'unità militare di emergenza hanno camminato oggi per le strade di Denia per rafforzare la disinfezione in aree particolarmente sensibili della città. Questi sono stati la residenza di Santa Llúcia, gli ospedali Dénia e La Pedrera e il quartier generale della polizia locale.


23 marzo - 12:22 | Il Mercat si offre di effettuare il carrello per telefono

Per facilitare lo shopping e trascorrere il minor tempo possibile in strada, il Mercat de Dénia incoraggia gli ordini da effettuare in anticipo e da casa.

Per questo, forniscono i diversi telefoni (che alleghiamo nell'immagine) per poterli contattare tramite una chiamata o WhatsApp. "Passi l'ordine ai venditori e il giorno successivo lo ritiri, senza code o in attesa", annunciano.


23 marzo - 11:12 | Barceló conferma 66 nuovi casi di coronavirus nella provincia

Il ministro della sanità regionale, Ana Barceló, ha confermato pochi minuti fa i 66 nuovi casi di coronavirus nella provincia di Alicante, 57 a Castellón e 174 a Valencia. Si tratta di 297 nuovi casi nella Comunità, che ha già un totale di 1901, 94 deceduti e 36 dimissioni.


22 marzo - 18:35 | Una donna di 83 anni muore di coronavirus, seconda vittima della Marina Alta

La morte di una donna di 83 anni, una vicina di casa di Xàbia, è confermata dal coronavirus. Questa è la seconda vittima, della Marina Alta, a causa della pandemia globale che stiamo vivendo.

Il primo deceduto era un giovane di 36 anni, un vicino di casa di Denia, che giovedì scorso ha perso la vita per questa malattia, dopo essere stato ricoverato in terapia intensiva.


22 marzo - 16:35 | Pedro Sánchez trasmette le decisioni prese dopo l'incontro con i presidenti regionali

Il presidente del governo centrale, Pedro Sánchez, ha affermato che è stato deciso di prorogare lo stato di allarme fino all'11 aprile, una decisione che dovrà essere presa da tutte le forze politiche al Congresso. Sánchez ha dichiarato che con questa estensione di tempo si prevede di piegare la curva, "Chiedo responsabilità e disciplina civica. Il governo è consapevole degli effetti psicologici del parto, ma siamo in guerra contro il virus".

Pedro Sánchez ha aggiunto che si sta facendo tutto il necessario per porre fine alla crisi e ripristinare la normalità, pertanto ha chiesto ai presidenti dei governi autonomi di coordinare: "In questa situazione non c'è spazio per l'egoismo. Lo sforzo che stiamo facendo ripagherà".

Sánchez lo ha spiegato "La Spagna ha un'infrastruttura produttiva per produrre in serie e fornirci materiale di protezione. Verrà creata una riserva strategica di questi prodotti in modo che, in futuro, non ci troveremo in una situazione come quella attuale. Nei prossimi giorni, il Ministero della salute fornirà 4 milioni di maschere alle comunità autonome ".

Di fronte alla crisi del coronavirus con l'Europa, Sánchez sottolinea l'importanza di trovare una risposta comune e sostiene la necessità di un piano di aiuti pubblici tra i paesi dell'Unione Europea al termine della crisi. A sua volta, chiede la creazione di un fondo europeo per la disoccupazione e che la Banca europea offra servizi agli Stati.

A livello internazionale, Pedro Sánchez ha menzionato un incontro del G20 per adottare misure comuni tra le grandi potenze economiche.


22 marzo - 12:10 | La provincia supera già mezzo migliaio di infezioni, con 40 morti

Nel bilancio dei casi colpiti dal coronavirus nella Comunità Valenciana che è stato fatto oggi dal Ministro della Salute, Ana Barceló, ha annunciato che ci sono 241 nuovi casi, di cui 58 nella provincia di Alicante (152 a Valencia e 30 in Castellón). Ci sono già 537 infetti nella provincia meridionale della Regione. Ma ci sono stati anche 10 che sono stati dimessi.

Inoltre, nell'ultimo giorno sono stati registrati 19 nuovi decessi. In totale, dei defunti di coronavirus nella Regione, la maggior parte, 40, sono stati nella nostra provincia.


22 marzo - 13:14 | Disinfezione stradale già effettuata e previsione di disinfezione per questa settimana

Il Consiglio Comunale di Denia sta svolgendo un'opera di disinfezione delle strade: ieri sera la Plaza de la Constitució, il Carre Cop e la Glorieta sono state pulite con ipoclorito di sodio. E i prossimi giorni sono programmati per essere disinfettati:

  • Domani, lunedì 23 marzo, ci sarà uno spettacolo in Calle Marqués de Campo.
  • Lunedì e Martedì saranno disinfettati anche Diana, La Mar, Esplanade de Cervantes, Plaza del Convent, Calle Loreto, Plaza Arxiduc Carles, Plaza Jaume I, l'area della stazione e l'area di Raset. .

Il trattamento si applica anche ai container sotterranei, alla stazione degli autobus e alle aree intorno a supermercati, farmacie e amministrazioni aperte al pubblico. L'ecopark rimarrà chiuso perché il personale sarà assegnato per rafforzare i lavori di disinfezione stradale. Tuttavia, il servizio di raccolta a domicilio funziona: puoi chiamare il 901 101 150 per sapere quando possono essere portati fuori.


22 marzo - 11:20 | Il governo chiederà al Congresso di prolungare altri 15 giorni dello stato di allarme

Il presidente, Pedro Sánchez, ha comunicato ai leader regionali che proporrà un'estensione dello stato di allarme per altri 15 giorni. Questo dovrà essere votato al Congresso dei Deputati per l'approvazione.

Con oltre 26.000 infezioni in Spagna dovute al coronavirus, Sánchez ha annunciato che il peggio deve ancora arrivare e che il picco più alto di infezione si può vedere nella prossima settimana.


21 marzo - 22:45 | Pedro Sánchez si rammarica che "il peggio deve ancora venire"

Il Primo Ministro, Pedro Sánchez, è apparso stasera, vivo, per tutti i cittadini, per spiegare come sta la Spagna dopo una settimana dal decretato Stato di allarme. Sánchez ha elogiato l'atteggiamento dei cittadini, ma si rammarica che la situazione peggiori, "Sfortunatamente, il peggio deve ancora venire. Riceveremo l'impatto dell'onda più dura che metterà alla prova le nostre risorse.".

"Siamo in un momento molto critico. Dobbiamo prepararci psicologicamente. Dobbiamo raggiungere la fine della prossima settimana molto forte, il rischio è ovunque"Ha detto Sánchez.

Il primo ministro ha indicato che la Spagna ha introdotto fin dall'inizio misure drastiche per ridurre al più presto la diffusione del virus, "Le misure, a cui la popolazione è esemplare con il suo comportamento, sono per evitare il contagio e tagliare la catena di trasmissione".

Pedro Sánchez ha menzionato quelli già annunciati questo pomeriggio, da María José Sierra, a capo dell'Area del Centro di coordinamento per le emergenze e gli avvisi sulla salute, ha approvato test rapidi in modo che chiunque abbia i sintomi possa rapidamente sapere se sono infetti e isolarsi.

Allo stesso modo, il Presidente ha anche indicato il numero di maschere che arriveranno nei prossimi giorni negli ospedali e ha chiesto la protezione degli anziani, "il gruppo più vulnerabile in questa situazione". Sánchez ha chiesto ai cittadini di farlo "Non trasmettere informazioni false e cerca di contrastarle in modo che non si verifichi disinformazione."


Il comitato direttivo del Coronavirus ha fornito dati su salute, sicurezza e trasporto. Secondo María José Sierra, capo dell'Area del Centro di coordinamento per le emergenze e gli avvisi sanitari, "Nessuno sa quando raggiungeremo il picco. Stiamo ancora salendo e il picco non sarà lo stesso in tutte le comunità autonome." Secondo Sierra, Sono stati acquistati 640.000 test rapidi che arriverà nei prossimi giorni, infatti, i primi test rapidi stanno iniziando a essere distribuiti oggi. I risultati dei test rapidi sono disponibili in 15 minuti.

Patricia Lacruz, del Dipartimento di portafoglio e farmacia del Ministero della salute, ha spiegato che sono già stati acquisiti 700 respiratori per momenti critici. "Le esigenze di questi materiali vengono coperte acquistando linee di produzione complete dai produttori", spiega la portavoce del Ministero.

Per quanto riguarda i trasporti, María José Rallo, segretario generale di quest'area, ha spiegato questo gli utenti delle linee di autobus a media e lunga percorrenza sono diminuiti del 91%. Questi dati riguardano direttamente Denia, collegati principalmente da questa via.

Per quanto riguarda la sicurezza, il direttore operativo della polizia nazionale, Jose Ángel González, ha indicato che una politica di tolleranza zero viene attuata con irrisolte misure sanitarie: ieri, 20 marzo, sono salite 6000 minuti per grave disobbedienza.

21 marzo - 16:00 | Interventi della polizia locale e della polizia nazionale di Denia tra le 9:21 e le 20:2020 di ieri, XNUMX marzo XNUMX:

  • Persone identificate dalla polizia locale: 45
  • Veicoli controllati: 317
  • Atti di reclamo per violazione del decreto sullo stato di allarme: 34

Nello specifico, questi sono stati alcuni degli interventi:

-Sulla via La Vía, due persone sanzionate che si recano nello stesso veicolo, non nei casi di accompagnamento di anziani, minori e persone con limitazioni funzionali. Dicono che stanno andando per il tabacco.
-Sulla strada per Les Marines, un veicolo con autista e altri due occupanti, non essendo casi di scorta autorizzati, dichiarano che lavoreranno in un cantiere.
-Sulla Marquesat Avenue, non è consentito uno scooter su strada. Inoltre, il suo proprietario afferma che è andato a trovare un amico e fare una passeggiata.
-Una persona situata nella zona industriale di Denia, lontano da casa sua, afferma di aver scelto legna da ardere e rottami metallici.
-Avenida de Alicante: un veicolo con due persone all'interno, pilota e copilota, si ferma. Quando gli è stato chiesto, indicano che provengono dalla casa degli amici dove si trova il loro figlio e che sono andati alla stazione di benzina per comprare "qualcosa su cui fare uno spuntino", hanno detto.


21 marzo - 11:55 | Il numero di persone infette da coronavirus nella Comunità aumenta di 258 nuovi casi

Il ministro della sanità, Ana Barceló, ha indicato, come ogni giorno, le informazioni sulla situazione dovuta al coronavirus nella Comunità. La consellera ha indicato che nelle ultime 258 ore sono stati registrati 24 nuovi positivi, di cui 107 nella provincia di Alicante.

Con questa cifra, il totale è di 1363 persone in tutta la Comunità Valenciana e 479 nella provincia di Alicante (2 non assegnati), di cui 183 sono ammessi e 27 in terapia intensiva.

Nelle ultime 24 ore ci sono stati 5 nuovi scarichi, che sono già 25 persone guarite. Per quanto riguarda il defunto, il totale dall'inizio è 50, con 17 oggi più di ieri. E il numero di professionisti della salute positivi ammonta a 264.


20 marzo - 13:45 | 184 nuovi casi positivi di coronavirus sono registrati nella Comunità

Il ministro della sanità, Ana Barceló, è nuovamente apparso per trasmissione online per denunciare i nuovi casi. Questa volta, la Comunità Valenciana registra 184 nuovi casi positivi di coronavirus, dei nuovi casi positivi, 45 sono nella provincia di Castellón, 34 in quello di Alicante e 105 in quello di Valencia.

20 marzo - 12:02 | Interventi della polizia locale e della polizia nazionale a Denia tra le 9 e le 21 ore di ieri. 19 marzo 2020

  • Persone identificate dalla polizia locale: 60
  • Veicoli controllati dalla polizia locale: 219
  • Atti di reclamo per violazione del decreto sullo stato di allarme: 49, di cui la polizia locale ha presentato quanto segue:

-Una persona che guidava in un veicolo e quando intercettata non offriva alcuna giustificazione per la sua presenza su strade pubbliche.
-Nella Plaza del Oculista Buigues, tre persone in una violazione del turismo dell'obbligo di occupare il veicolo solo una persona, a meno che il compagno sia una persona anziana, un minore o una persona con mobilità limitata, requisiti che non si sono riuniti.
-Sul viale di Valencia, tre persone che hanno viaggiato nello stesso turismo, provenienti da Beniarbeig, che hanno indicato che avrebbero ritirato denaro da un bancomat, sono penalizzate.
-A Montgó Avenue, attraversando con Alicante Avenue: due passanti, provenienti da Oliva, vengono intercettati, indicando che si stanno dirigendo verso il supermercato, senza supermercati aperti nell'area in cui stavano passando.
-In Montgó Avenue, un passante indica che stava accompagnando un amico, non dando alcun motivo per la sua presenza su strade pubbliche.
-Sulla strada da Xàbia a Jesús Pobre, viene ispezionato un veicolo il cui autista sostiene che visiterà un nipote, ma non è una persona che ha bisogno di cure a casa.


19 marzo - 15:12 | Interventi della polizia locale e della polizia nazionale a Denia tra le 9 e le 21 ore di ieri, 18 marzo 2020

  • Persone identificate: 223
  • Reclami per inosservanza dello stato del decreto di allarme: 17
  • Veicoli controllati: 832

18 marzo - 16:11 | Aiutare il servizio per gli anziani a comprare e ottenere farmaci

La Croce Rossa di Denia garantisce assistenza agli anziani che non hanno un sostegno familiare per aiutarli in questi giorni di confino a causa della crisi del coronavirus.

Se hai bisogno di aiuto o conosci una persona anziana che potrebbe averne bisogno (per effettuare l'acquisto, ottenere farmaci, ecc.), Chiama la polizia locale (96 578 01 90) e da lì ti metterà in contatto con la persona responsabile.


18 marzo - 13:50 | Più di cento nuovi positivi nella provincia

Il ministro della Sanità, Ana Barceló, è apparso per riferire le notizie riguardanti i dati delle persone colpite da COVID-19. Nonostante ieri queste cifre siano state abbastanza positive, oggi stanno riprendendo con 103 nuovi casi nella nostra provincia (ieri non ce ne sono stati). In totale, nella provincia di Alicante ci sono già 293 casi attivi, nella provincia di Valencia 377 (con 68 nuovi) e a Castellón 54 (con 14 nuovi).


18 marzo - 13:05 | La validità del DNI è prorogata di un anno

Il ministero dell'Interno ha annunciato che la validità di tutti gli ID scaduti dal 14 marzo è prorogata di un anno.

Questa estensione consentirà di rinnovare per lo stesso periodo, secondo la procedura attuale, i certificati riconosciuti in essa incorporati.


18 marzo - 09:26 | Misure di pulizia speciali: disinfezione giornaliera

Il Consiglio comunale annuncia le misure speciali di pulizia della città:

  • L'interno del mercato municipale sarà disinfettato ogni giorno.
  • Ogni giorno anche la disinfezione dei coperchi dei contenitori sotterranei.
  • I contenitori di superficie verranno lasciati aperti per impedire agli utenti di contattare il coperchio.
  • Ti ricordiamo che il servizio ecopark mobile è sospeso.
  • Sì, il servizio di raccolta a domicilio funziona ➡ Chiama il 901 101 150 e ti diranno quando eliminarli.

17 marzo - 17:45 | Nuovi casi rallentano: solo 26 nuovi asset nella Regione

I nuovi dati offerti dalla Consellera de Sanitat, Ana Barceló, relativi ai casi di coronavirus sono piuttosto ottimisti. Solo 26 nuovi asset in tutta la Comunità Valenciana.

Dopo giorni in cui questi sono stati sparati (107 nuovi casi tra domenica e lunedì), è certamente una notizia incoraggiante, anche se è presto per dire che è dovuto alle misure di quarantena. In totale, ci sono attualmente 541 positivi nella Comunità Valenciana, 516 attivi, 12 scarichi e 13 deceduti.


17 marzo - 17:16 | Gli utenti domestici e i lavoratori ballano per far fronte alla quarantena

I lavoratori e gli utenti del Residence Santa Llúcia de Dénia animano la quarantena con questa divertente coreografia.

Ells els cuiden.MIL GRÀCIES! 👏👏👏📞 La Residència Santa Llúcia a # Denia mette a disposizione delle famiglie dei residenti un numero di telefono esclusivo a 636 199 175 (in orario dalle 10.30 alle 12.30) .------------ ----- Si prendono cura di te MIGLIAIA GRAZIE! 👏👏👏📞 La Residenza Santa Llúcia de Dénia mette a disposizione delle famiglie dei residenti un numero di telefono esclusivo ➡ 636 199 175 (dalle 10.30 alle 12.30).

Pubblicato da Ajuntament de Dénia martedì, marzo 17 di 2020

Il Residence Hall di Santa Llúcia de Dénia mette a disposizione delle famiglie dei residenti un numero di telefono di servizio esclusivo: 636 199 175 (dalle 10.30:12.30 alle XNUMX:XNUMX).

Vivere la vita. Residència Santa Llúcia Dénia

In questi tempi difficili in cui abbiamo dovuto vivere, possiamo solo mantenere il sorriso😀 e vivere🥰! Continuiamo bene e combattiamo 💪 giorno per giorno per mantenere la normalità, con tutto l'incoraggiamento e il buon lavoro della famiglia che costituisce la squadra di lavoratori e residenti 👨‍💼👩🏻‍🍳👨‍🔧🙎🏻‍♀👴👵. #quedateencasa #yomequedoencasa #vivir Ajuntament de Dénia

Pubblicato da Residencia Santa Lucia martedì, marzo 17 di 2020


17 marzo - 13:42 | Rivedere le imposte sulle PMI, la sospensione dei pagamenti delle tasse e altre misure amministrative

Come indicato nel regio decreto 463/2020, che dichiara uno stato di allarme, i termini sono sospesi e le scadenze della legge 39/2015 sulla procedura amministrativa comune delle pubbliche amministrazioni sono interrotte.

Per scopi pratici:

  • I termini per l'elaborazione di qualsiasi procedura ordinaria sono sospesi.
  • Lo statuto delle limitazioni e della scadenza sono sospesi.
  • Area fiscale: i termini per il pagamento di eventuali tasse e aliquote comunali sono stati sospesi, sia nel periodo volontario che in quello esecutivo.
  • Verrà avviato un programma speciale di differimento e frazionamento di tasse e imposte per le PMI, le imprese e i lavoratori autonomi.
  • Tali tariffe, commissioni e altre entrate di diritto pubblico direttamente interessate dalla presente situazione saranno riviste.

17 marzo - 12:37 | Mercato di frutta e verdura sospeso

Il consiglio comunale di Denia ha annunciato la sospensione del mercato di frutta e verdura il venerdì in Calle Magallanes, anche se il mercato municipale rimarrà aperto. Tuttavia, insistono nel seguire le regole di sicurezza di base: che una sola persona è responsabile per l'acquisto, mantenere la distanza di 1 metri, non toccare il genere e non fare scorta.


17 marzo - 12:04 | Un ciclista segnalato e più di mille identificazioni e controlli del veicolo il primo lunedì

Lunedì 16 marzo 2020, gli agenti della polizia locale di Denia e della polizia nazionale, nei loro controlli di mobilità su strade pubbliche, hanno identificato un totale di 765 persone e 579 veicoli.

Allo stesso modo, sono state presentate 10 richieste agli stabilimenti e è stata presentata una denuncia per un reato stabilito dalla legge 4/2015 sulla protezione della sicurezza dei cittadini.


16 marzo - 17:41 | Dei 6 positivi, 1 è ricoverato in terapia intensiva, un altro ricoverato in ospedale e 4 si stanno riprendendo a casa.

L'ospedale Dénia conferma che 4 dei 6 casi positivi nel COVID-19 si riprendono a casa, mentre, dei due ammessi, uno è in terapia intensiva. un "contenuta situazione calma", secondo il direttore sanitario del dipartimento della salute di Denia. "Abbiamo stabilito una serie di misure in previsione del possibile peggioramento rapido secondo quanto accaduto in altre regioni".


16 marzo - 17:34 | La polizia avvisa i pedoni

La polizia, per evitare che i cittadini rompano la quarantena, stanno già camminando per le strade della città, chiudendo locali che ignorano gli avvertimenti e, allo stesso modo, avvertono i cittadini dei loro nuovi obblighi e divieti.


16 marzo - 12:32 | Il Consiglio Comunale richiede che le entità canalizzino azioni di solidarietà

Avviso del Consiglio comunale: di fronte alla situazione di allerta sanitaria, le associazioni sociali che lavorano in città, in coordinamento con il Consiglio comunale di Denia, stanno organizzando un dispositivo speciale per aiutare le persone più vulnerabili (che devono limitare il massimo uscire per strada) nelle faccende quotidiane, come fare la spesa o farsi curare.

Raccomandiamo che qualsiasi azione di solidarietà di questo tipo sia canalizzata attraverso le entità per garantire l'adozione delle misure appropriate per evitare il contagio.

Se vuoi aiutare, contatta la Croce Rossa Denia: 636 921 656.


16 marzo - 12:07 | Avviso del Consiglio Comunale per i parenti degli utenti della Residenza di Santa Llúcia

Il Residence Hall di Santa Llúcia de Dénia mette a disposizione delle famiglie dei residenti un numero di telefono di servizio esclusivo 636 199 175 10.30 (dalle 12.30 alle XNUMX).

Ricorda che le visite sono sospese e il Centro diurno chiuso.

Ci scusiamo per l'inconveniente e grazie per la collaborazione.


16 marzo - 10:55 | Chiudi il cimitero al pubblico

Visto il decreto sulla situazione di allerta dovuta alla crisi sanitaria, il Consiglio Comunale ha chiuso al pubblico il cimitero comunale.


16 marzo - 10:52 | Servizio ecopark mobile sospeso

Dato il decreto sulla situazione di allerta dovuta alla crisi sanitaria, il servizio del mobile Ecopark a Denia, La Xara e Jesús Pobre è sospeso.


15 marzo - 21:37 | Sospensione della zona blu in tutta la città

Dato il decreto sulla situazione di allarme a causa della crisi sanitaria, il Consiglio comunale di Denia ha sospeso la zona blu in tutta la città.


15 marzo - 14:08 | Le spiagge di Denia si chiudono

Il Consiglio comunale di Denia chiude le spiagge di Denia in conformità con il regio decreto legge che dichiara lo stato di allarme per la gestione della situazione di crisi sanitaria causata da COVID-19.

9 Commenti
  1. María Ibars ha detto:

    Coloro che dovrebbero essere rinchiusi a vita è il rojerio che occupa il potere insieme ai nazisti separatisti e agli assassini dell'ETA.
    Questi sono responsabili del disastro sanitario ed economico che mangeremo con le patate, quelli di noi che hanno un libro paga. I socialisti comunisti ci guardano e alcuni credono che piova.

  2. Miguel ha detto:

    Giornalisti, professionisti, segnalano quanti casi abbiamo nella regione? Se questo non è il tuo obiettivo come giornalisti, dimmi, che fai parte del regime, fai parte della propaganda dello stato? INFORMAZIONI GRATUITE E VERE ADESSO. FERMA MANIPOLAZIONE. ARRESTA CENSORSHIP

  3. Alfonso ha detto:

    Perché non abbiamo dati di infetti in Denia?

    • Miguel ha detto:

      Perché manipolano le informazioni, sono contento di non essere il solo a sentirsi a disagio. Spero che le persone si rendano conto che ci nascondono informazioni e che è criminale.

  4. Vicente ha detto:

    Ho una domanda Ho un parente che lavora in una caffetteria. I suoi capi la costringono (e circa altri 10 colleghi) a venire in mensa quasi ogni giorno per fare le pulizie. A rischio di infezione. Mi sembra ridicolo e non è necessario fare le pulizie. Chi può dirmi se la mensa dovrebbe essere chiusa e lasciare i dipendenti a casa come tutti gli altri. I dipendenti hanno più paura di dire qualcosa ai manager del coronavirus.

    • Manuel Garcia ha detto:

      Il silenzio della banda di allegria del consiglio comunale li rende complici.
      Penso che il malvagio sindaco che dovremmo dimetterci a causa dell'inetto e del cricchetto. Non ne vale la pena con 40+

  5. Sieglinde ha detto:

    Danke Allen, die für uns da sind, egal in welcher Position.
    Grazie mille.
    Bleibt gesund

    Klaus.y.Sieglinde

  6. Susana ha detto:

    Buongiorno
    Vedo ancora sulla strada ovunque, ma tutto sulla strada sarà superfluo, specialmente le persone che continuano a portare il loro cane in libertà e persino a giocare con il cane con un fresco.
    Penso che sarebbe interessante se fossero informati della gravità della situazione in cui siamo immersi.
    SUSANA
    grazie

    • María Ibars ha detto:

      Coloro che dovrebbero essere rinchiusi a vita è il rojerio che occupa il potere insieme ai nazisti separatisti e agli assassini dell'ETA.
      Questi sono responsabili del disastro sanitario ed economico che mangeremo con le patate, quelli di noi che hanno un libro paga. I socialisti comunisti ci guardano e alcuni credono che piova.


34.913
4.061
7.824
1.830
Utilizziamo cookie propri e di terze parti per offrirti pubblicità personalizzata e raccogliere dati statistici. Se continui a navigare consideriamo che accetti il ​​nostro politica cookies.