Dénia.com
Cerca

Mori e cristiani di Denia: date, filaes e storia

Agosto 14 da 2020 - 12: 30

Ogni anno, nel mese di agosto, a Denia si celebrano le feste di mori e cristiani. Questi partiti sono arrivati ​​qui nel 1980 e da allora sono cresciuti molto sia nel numero dei partecipanti che nel filaes.

Date ed eventi

I grandi giorni delle feste di Mori e Cristiani a Denia vanno dal 13 al 16 agosto. Ma il primo fine settimana del mese segna l'inizio dei festeggiamenti con la proclamazione e la consegna delle chiavi della città dalle autorità. Questo atto si svolge nella Plaza del Consell, una delle fasi emblematiche della festa.

Nei giorni che precedono il festival, le capitanerie raccolgono il festeros ai ricevimenti e il Agrupació Artística musicale Dénia star in Concerto musicale festera che propone pezzi legati alla celebrazione.

Lo sbarco

Il 13 agosto iniziano i grandi giorni con lo sbarco del lato moresco nelle acque di Denia. Nel porto vengono ricevuti dai cristiani e insieme firmano la tregua davanti allo sguardo attento di migliaia di persone. Una tregua che li invita a vivere insieme nei giorni successivi.

La sfilata dei bambini

Il 14 agosto i protagonisti sono i bambini, che sfilano nei loro abiti migliori per il centro cittadino. UN sfilata per bambini che ha guadagnato in spettacolarità ogni anno.

La sfilata di gala

Il giorno principale delle celebrazioni di mori e cristiani è il 15 agosto, quando più di 25000 persone si incontrano per strada Marqués de Campo e dintorni per godersi la parata di gala. Un appuntamento tanto atteso dai festeros, soprattutto dalle capitanerie, che lavorano duramente tutto l'anno per offrire uno spettacolo degno di ammirazione.

Il festival di Mori e Cristiani termina a Denia il 16 agosto, in coincidenza con il giorno di Sant Roc (San Roque). Quel giorno, mori e cristiani si impegnano in una battaglia per questa terra che dà i cristiani come vincitori e provoca l'abbandono delle truppe moresche.

File della parte moresca e cristiana

Attualmente sono 16 filaes o gruppi che compongono la parte moresca e cristiana, un numero che è cresciuto notevolmente negli ultimi anni da allora nel 1997 si sono aggiunte le donne (Fino a quel momento non avevano alcuna rappresentanza).

more filaes

Gelsi filaes scudi Denia

filaes cristiani

Christian Filaes scudi Denia

Organizzazione: capitani, capitani e sbandieratori

Ogni anno ci sono due capitanerie, una moresca e l'altra cristiana, che ruotano e si succedono FILA en FILA in ordine di anzianità. Ogni capitano decide chi ricoprirà le cariche di capitani e di portabandiera, sia con voto che su proposta degli interessati.

I capitani sono le figure principali della festa, sempre accompagnati dai loro portabandiera, e sono quelli che combattono in cima ai carri che sfilano per le strade di Denia nella parata di gala del 15 agosto.

Nei giorni precedenti i festeggiamenti, e anche nella celebrazione del Mig Any a febbraio le Capitanerie ricevono numerosi ospiti ai ricevimenti che organizzano.

La storia del partito a Dénia

La storia risale al 1980, quando un gruppo di amanti del partito formato da Luis Villó, Julián Pérez Ayuso, José Antonio Sánchez Gómez, Antonio Timoner y Pángel e Raúl Albi, parlò con il consigliere del partito di quel tempo, Tomás Chiner . La proposta era di fare un test e introdurre la festa in estate, facendola coincidere con le celebrazioni del santo patrono in onore di Sant Roc.

L'iniziativa ebbe il sostegno dell'allora sindaco, Luis García Cuello, e iniziò il lavoro di preparazione del programma e di composizione di alcune righe. Così nacquero le file Almoravidi, Amiries, negazionisti e il germe di quello che sarebbe il walies FILA.

La presentazione di questa festa avvenne il 15 agosto di quell'anno 1980, con una parata di gala in cui non c'erano sfarzi, capitani o costumi spettacolari. Solo festeggiamenti e tanta musica che hanno incoraggiato le persone che erano nel Calle Marques de Campo.

La nascita dei filae

Dopo il successo di questo test, molte persone erano interessate a partecipare e nel 1981 il FILA Gavilans, che in seguito sarebbe stato chiamato cavallers da Me'n Fot. Negli anni il programma si è concretizzato con uno sbarco moresco e uno cristiano, la consegna delle chiavi da parte del sindaco di turno e dei parlamenti.

Nel 1984 due nuovi filaes, Berberiscos e Pirati, e quell'anno nacque anche la figura dei capitani. Quattro anni dopo viene incorporata la filà Templaris al lato cristiano.

In 1990, dopo diversi anni di presidenza Manolo Ferrer, subentra come presidente dell'Associazione di Moros y Cristianos (AMMICC) Julian Pérez Ayuso. Tre anni dopo, lavora mano nella mano con la Confraternita di Sant Roc UNSO al progetto di statuto di unificazione del partito.

L'incorporazione delle donne alla festa

Già nel 1995, la stesura dei nuovi statuti lasciava la porta aperta alla partecipazione delle donne, entrata in vigore nel 1997. Sono gli anni di presidenza di José Antonio Sánchez Gómez, che ha introdotto la figura del banditore, ha modificato l'atto di la consegna delle chiavi e lo trasferì in Plaza del Consell, e incorporò anche la figura degli alfieri.

La FILA Almogàvers è stato il primo formato da donne, iniziata nel 1997, lo stesso anno in cui è stata fondata la filà. Saqàliba. Quello è anche l'anno della prima parata dei bambini. Nel 1999 la seconda fila di donne si è unita al partito, Alkamar.

Nel 2000, e con l'incorporazione della filà cristiana Mozàrabes, viene raggiunta la cifra tonda di 10 righe. Vicent Crespo diventa presidente dell'Associazione nel 2001 e una delle sue prime misure è l'acquisto di una barca per celebrare lo sbarco moresco. Un anno dopo, nel 2002, nasce la filà cristiana marins Corsarise i sindaci di Sant Roc partecipano per la prima volta alla parata di gala il 15 agosto.

Il 2004 si distingue per la prima presidenza di una donna: María Jesús Monfort ha visto come durante il suo mandato il filaes Amazigh y Tuareg, che finirebbe per fondersi con berebers. La sostituzione di Monfort alla presidenza è presa da un'altra donna, Amparo Mata, che introduce dei cambiamenti nell'ordine della parata di gala in modo che le capitanerie siano quelle che chiudono le sfilate di ciascuna parte.

Nel 2019 ha assunto la presidenza del FEMMICC (Federazione dei Mori e Cristiani di Denia) l'attuale presidente, Jaime Ferrer Santamaría.

Anni in cui sono stati sospesi

Il 1999 si è distinto per essere stato un anno in cui la festa non poteva essere pienamente celebrata. Un terribile incendio nel Montgó dichiarato il 15 agosto, ha costretto la decisione di sospendere il corteo di gala. Dopo l'estinzione dell'incendio, il 16 agosto il programma viene parzialmente ripreso e si tiene la sfilata di gala con i mezzi disponibili.

Nel 2020 la festa è stato anche sospeso a causa della crisi sanitaria del coronavirus.

Lascia un commento

    36.330
    4.236
    10.456
    2.060
    Utilizziamo cookie propri e di terze parti per offrirti pubblicità personalizzata e raccogliere dati statistici. Se continui a navigare consideriamo che accetti il ​​nostro politica cookies.