Dénia.com
Cerca

La Marina Alta ha vissuto il maggio con il maggior calo di disoccupati del decennio

15 June 2021 - 09: 25

La disoccupazione continua a diminuire nella Marina Alta, con 780 il numero di persone che hanno trovato lavoro tra marzo e aprile. Attualmente il numero totale di disoccupati nella regione è 13.352. Un calo considerevole rispetto al mese precedente (-5,52%), anche se i disoccupati sono ancora 2.364 in più rispetto a prima della crisi (+21,51% rispetto a febbraio '20).

Il numero degli iscritti alla Previdenza Sociale, nel mese di maggio, è aumentato di 1.633 iscritti, arrivando a 54.948 iscritti, che si traduce in un aumento del 3,06%.

Il mese di maggio ha un andamento positivo in ambito occupazionale. Se confrontiamo con lo stesso mese degli anni precedenti, si conferma il miglior record occupazionale, tipico della miniera di lavoro autonomo di questo mese. Maggio è uno dei mesi migliori in termini di iscrizioni e disoccupazione. L'adesione è aumentata molto di più rispetto al 2020.

Per quanto riguarda la variazione interannuale degli affiliati, spicca un aumento delle affiliazioni a maggio 2021 rispetto a maggio dello scorso anno, che si traduce in una crescita delle affiliazioni del 4,67%. A maggio 2020 la diminuzione delle affiliazioni rispetto a maggio '19 è stata del -5,6%, lo stesso è avvenuto con i mesi successivi confrontandoli con l'equivalente dell'anno precedente, fino a che non si entra nell'anno di corso della pandemia. termini positivi della variazione di adesione ed è questo mese di maggio 2021 quando si verifica la migliore performance di adesione.

Per settori, la creazione di occupazione è stata praticamente generalizzata nel mese di maggio, non si registrano cali di affiliazione in nessun settore in questo mese ad eccezione dell'Agricoltura, che in termini relativi scende del 3,64% rispetto al mese precedente, raggiungendo i 423 affiliati. I maggiori incrementi di affiliazione in termini assoluti si sono verificati in The General Regime, dove contribuisce la maggioranza dei lavoratori dipendenti, recupera 1.419 affiliati e ha aggiunto un totale di 35.153 contribuenti a maggio, il 4,21% in più rispetto ad aprile 2021.

Per quanto riguarda il numero di disoccupati, il mese di maggio è stato un buon mese per la disoccupazione registrata nella Marina Alta. La disoccupazione è diminuita di 780 persone rispetto ad aprile (-5,52%), raggiungendo un totale di 13.352. È stata la più importante diminuzione del numero di disoccupati a maggio negli ultimi 10 anni. Siamo quindi di fronte ad un comportamento di segno adeguato, ma a livello di foto ferme bisogna tener conto che questa cifra di 13.352 disoccupati va assorbita, perché prima della crisi eravamo circa 10.990 disoccupati (febbraio '20) e con valori in questo mese molto simili a quelli riscontrati a maggio dello scorso anno (13.343 disoccupati a maggio 2020). Nonostante il numero di disoccupati sia in sensibile calo rispetto ad aprile, il suo valore continua ad essere in linea con quello di un anno fa, la disoccupazione registrata è cresciuta di 9 persone nell'ultimo anno, questa crescita annua rappresenta un aumento in termini dello 0,1% su base annua (rispetto a maggio '20).

Il calo delle persone in cerca di lavoro nell'ultimo mese è stato più pronunciato nel caso delle donne. Nonostante in entrambi i gruppi di popolazione ci siano diminuzioni della disoccupazione, è nelle donne che diminuisce di più, un calo del 5,97% a fronte di un calo del 4,93% negli uomini. Lo stesso non è il caso per quanto riguarda la variazione percentuale nell'ultimo anno. Si è registrato un aumento della disoccupazione nel caso delle donne (+1,34%), mentre nel caso degli uomini si è registrata una diminuzione della disoccupazione dell'1,51% nell'ultimo anno. Si può precisare che alla fine del mese di maggio si registra un record di disoccupati del 56,13% nelle donne (7.971) rispetto al 43,87% negli uomini (6.161), questa disparità di genere si prolunga in termini di occupazione.

Se analizziamo la disoccupazione per settori produttivi, il settore più colpito rispetto al mese precedente è il settore agricolo (+ 4,33%), anche se il settore dei servizi ha i più alti tassi di disoccupazione (10.213 persone in cerca di lavoro), è il settore in cui la disoccupazione scende la maggior parte rispetto allo scorso aprile (-6,65%).

Tuttavia, se osserviamo i tassi di anno in anno e confrontiamo i dati di questo mese di maggio 2021 con maggio 2020, i dati variano. Anche in questo caso, il settore più colpito è l'Agricoltura, con un aumento del numero di disoccupati del 15,22% (+35 persone), Edilizia e Servizi diminuiscono il numero di disoccupati del 3,70% (-58 persone), e lo 0,89% (-92 persone). persone) rispettivamente, e Industria è praticamente la stessa, con un incremento dello 0,34% (+2 persone).

Calcolando il tasso di disoccupazione nella Marina Alta, si osserva che è diminuito di quasi un punto e mezzo rispetto ad aprile, raggiungendo un tasso di disoccupazione stimato del 19,55%.

Anche in questo caso, come nelle precedenti analisi del mercato del lavoro, è necessario conoscere l'evoluzione del numero totale di ERTE e quindi riconoscere la cosiddetta "affiliazione effettiva" -non tutte le persone elencate come affiliate alla sicurezza sociale sono effettivamente attive- e a questo dovrebbe conoscere la popolazione in ERTE.

Nel mese di maggio non è stato aggiunto alcun fascicolo di regolamento del lavoro interinale nella Marina Alta, il che significa che rimane ai 3.776 ERTE richiesti dall'inizio della pandemia, che hanno interessato circa 15.615 affiliati. È importante evidenziare che a fronte della crisi economica derivata dal covid-19, 20 aziende hanno richiesto ERE, con la conseguente chiusura dell'attività, che ha causato la cessazione definitiva del rapporto di lavoro di oltre 100 persone (103) con l'affare.

Per quanto riguarda i contratti, ci forniscono un approccio accurato alle dinamiche del mercato del lavoro in termini di creazione o meno di opportunità, soprattutto per le persone disoccupate. Nel mese di maggio sono stati firmati 488 contratti a tempo indeterminato e 3.359 contratti a tempo determinato. Ci sono incrementi molto importanti in termini di anno su anno, quindi se confrontiamo con maggio 2020 il numero di contratti a tempo indeterminato e temporaneo praticamente raddoppia (aumenti rispettivamente del 105,04% e del 148,08%), ma è ancora lontano dai mesi di maggio prima della crisi (526 permanenti e 3.985 temporanei nel maggio '19).

Rispetto al mese precedente, l'aumento delle assunzioni è stato del 36,76%, ovvero 1.034 contratti in più rispetto ad aprile 2021. Particolare menzione del fatto che le assunzioni a tempo indeterminato sono diminuite dell'8,27% nell'ultimo mese a favore delle assunzioni temporanee , che è cresciuto del 47,26% rispetto ad aprile. Sebbene le differenze nella variazione dei contratti per sesso siano minime rispetto ad aprile, il numero di contratti firmati durante il mese di maggio è stato a favore degli uomini del 51,29% e del 48,71% per le donne.

Lascia un commento

    37.861
    4.435
    12.913
    2.440