Dénia.com
Cerca

La Sella Golf ripristina un mulino a vento del XVIII secolo

Novembre 17 da 2017 - 06: 40

Il restauro del mulino a vento situato nel campo di La Sella Golf È già una realtà. L'ultimo giorno di 11 a novembre, in coincidenza con la celebrazione dell'anniversario 27 dell'inaugurazione del campo da golf, finalmente le pale sono tornate a girare e pompare acqua alla vecchia zattera.

Alcuni mesi fa, da La Sella Golf sono iniziati i lavori di restauro di questo mulino, situato all'interno del campo da golf, tra i fori 4 e 5 del corso gregal, al fine di preservare il patrimonio architettonico tradizionale della regione di Marina Alta.

Il mulino a vento restaurato nel percorso di La Sella Golf è del tipo a più lame, un sistema che i valenciani emigrarono in America all'inizio del diciottesimo secolo importati nell'intero stato.

Secondo gli intervistati archeologi, è possibile che è stato costruito per ordine del signor Ferrando, titolare fine del XVIII secolo, l'intero patrimonio che oggi è conosciuta come Alquería de Ferrando, su cui ha costruito, in aggiunta al mulino a vento e il balsa per la fornitura di acqua per l'azienda agricola, la fattoria, la cappella e il cantiere dove il servizio allevati animali vivevano e dove la gestione di un'azienda agricola moscato oltre dodici ettari.

Alla fine del diciannovesimo secolo, a seguito dell'industrializzazione, della fillossera, dei nuovi sistemi energetici e dell'abbandono dell'agricoltura, i mulini persero la loro funzione e furono abbandonati. Oggigiorno vengono mantenuti solo i mulini 30 nella regione: 5 in Denia, 12 in Jávea, Pedreguer 2, 3 a Gata de Gorgos, 2 a Teulada, Benissa 3, 1 1 a Llíber ed a Calp e ora questo uno in La Sella Golf.

Mara Bañó, presidente di La Sella Golf Resort, esprime la sua soddisfazione "Per adempiere all'obbligo di mantenere i nostri tratti distintivi. Godiamoci i vantaggi del nostro secolo, modernizziamo i nostri sistemi e le nostre risorse, ma allo stesso tempo preserviamo il nostro retaggio per le generazioni future, perché fanno parte di ciò che siamo".

Lascia un commento

    36.260
    4.212
    10.323
    2.050
    Utilizziamo cookie propri e di terze parti per offrirti pubblicità personalizzata e raccogliere dati statistici. Se continui a navigare consideriamo che accetti il ​​nostro politica cookies.