Dénia.com
Cerca

La Cova Tallada: come arrivare, percorsi, consigli e foto

23 June 2021 - 20: 12

La Cova Tallada (Cueva Tallada o Cortada, in spagnolo), è una grotta marina situata sul versante settentrionale di Cabo de San Antonio. Ha una parte naturale e una parte artificiale, frutto dell'azione dell'uomo, perché veniva utilizzata come cava per estrarre pietre grezze per la costruzione di edifici (l'architettura di Xàbia è pieno di questa tipica pietra).

Sebbene si trovi nel comune di Xàbia, il percorso principale e le escursioni organizzate partono da Denia, che ha un accesso più facile. Si può raggiungere anche via mare, in kayak o in canoa.

È molto importante notare che Attualmente la Cova Tallada ha restrizioni dal 9 al 25 aprile, entrambe comprese; dal 28 aprile al 5 maggio, entrambi compresi; e dal 15 giugno al 15 ottobre, entrambi compresi.

Organizza la visita con o senza previa prenotazione

Secondo un regolamento della Generalitat Valenciana, è obbligatorio richiedere un'autorizzazione o un appuntamento preventivo per accedere alla Cova Tallada sia via terra che via mare durante il periodo di restrizione. La prenotazione viene effettuata online e sarà valido solo per il giorno e la sezione indicati.

La Cova è liberamente accessibile il resto dell'anno. Consigliamo inoltre di visitare il sito ufficiale dei Parchi Naturali della Generalitat per seguire le loro indicazioni.

Come arrivare

La grotta è all'interno della Riserva Marina del Capo Sant Antoni e, quindi, sotto l'influenza di Parco Naturale di Montgó, quindi è fondamentale rispettare le regole e seguire i consigli per visitarlo.

Ci sono due percorsi di accesso alla Cova Tallada, uno da Dénia e l'altro da Xàbia. Ci prenderemo cura di quello di Dénia perché è l'accesso più facile ea cui si riferiscono le escursioni organizzate e le indicazioni del Parco Naturale stesso.

Dove parcheggiare

Dal centro di Denia, ci vorranno circa 10 minuti in auto, percorrendo l'intera strada da Les Rotes fino alla fine (strada provinciale Burrone di Monyo). È importante ricordare che questa opzione si verifica solo al di fuori dell'alta stagione estiva, poiché nei mesi di luglio e agosto dall'estate del 2021 l'accesso al traffico della sezione finale di Les Rotes è chiuso. Nell'ambiente di ristorante Mena e dal punto di avvistamento balene della Riserva Marina, vedremo l'inizio del Via Lattea: ecco il sentiero che ci condurrà al Cova. Da qui bisogna proseguire a piedi, ma tenete presente che i posti auto sono limitati, quindi è meglio evitare i fine settimana. Quando hai lasciato l'auto, prendi la Via Lattea.

Parcheggio e autobus gratuiti

Durante l'estate, l'opzione migliore è parcheggiare nel parcheggio pubblico Les Rotes si trova sulla strada principale all'altezza dell'Hotel Las Rotas. Da lì parte ogni 30 minuti un trenino turistico gratuito che porta direttamente all'ultimo tratto, che a quell'ora è interrotto. Controlla il programma qui.

Itinerario a piedi

Il percorso presenta una forte pendenza in un tratto ed è molto irregolare. La distanza totale è di 1,5 km ma ci vuole quasi un'ora per farlo. È considerato di alta difficoltà e non è adatto a persone non abituate a camminare in montagna. Ecco il percorso in Wikiloc.

Powered by Wikiloc

Devi tenere in considerazione i seguenti obblighi per prenderti cura dell'ambiente e queste precauzioni per prenderti cura di te stesso:

  • Non abbandonare il sentiero e rispettare la flora e l'intero ambiente (non fare graffiti, non lasciare immondizia)
  • È vietato raccogliere qualsiasi tipo di organismo
  • È necessario entrare nella Cova Tallada solo se lo stato del mare lo consente: se viene spostato, le onde si infrangono all'ingresso e rendono impossibile l'accesso
  • Durante il tragitto non c'è copertura mobile, e in questa zona della costa non sono presenti bagnini

Percorsi in kayak

Dovresti sapere che la pesca ricreativa è vietata in tutte le sue forme. È possibile accedere alla Cova Tallada in kayak con varie società autorizzate. Ecco i loro nomi e contatti:

  • ADVENTURE PATA NERO
  • TURISMO ATTIVO MONTGÓ
  • TUTURAC SLV
  • VIAGGIO IN SEGWAY DENIA
  • OK AVVENTURE
  • KAYAK JAVEA

Se hai bisogno di maggiori informazioni, vai a Centro visitatori del Parco naturale del Montgó. È in Camí de Sant Joan 1, a Denia. I loro telefoni lo sono 966467155 y 679196461e la tua email su parque_montgo@gva.es

Suggerimenti per godersi la grotta

In estate è meglio evitare i fine settimana e il mezzo agosto per trovare più facilmente parcheggio e per poter assaporare ogni angolo con più privacy.

Cosa portare

  • Non sovraccaricarti, ma almeno porta uno zaino con acqua, cibo e un kit di pronto soccorso
  • Molto importante: porta una borsa per raccogliere la spazzatura che produci
  • Per il sentiero di accesso, scarpe chiuse, cappello e crema solare
  • Stivaletti per camminare sugli scogli davanti alla grotta
  • I più preparati possono portare una lampada frontale per esplorare le stanze asciutte all'interno. Stai molto attento, ci sono piste e devi stare attento. E anche una macchina fotografica sommergibile, per registrare o fotografare i fondali marini
  • La tua attrezzatura per lo snorkeling

Fai snorkeling

Questa è una raccomandazione interessante: entrare in acqua dalla grotta stessa o attraverso le altre due finestre nel muro che si aprono sul mare. Troverai un fondale turchese con acque calme, protetto da una lingua rocciosa che lo isola dal mare aperto. La cosa migliore è fare un percorso circolare intorno a questa piscina naturale, lasciando il muro sempre alla nostra destra.

Caratteristiche

La Cova Tallada è larga circa 75 metri ed ha un'altezza media di circa 15 metri, anche se raggiunge un'altezza massima di 40 metri. È suddiviso in diversi ambienti, alcuni dei quali asciutti, dove l'acqua di mare non penetra.

Storia

È possibile che la Cova Tallada fosse in funzione come cava di pietra grezza sin dal XVI secolo. Ma al suo interno sono stati trovati resti del periodo musulmano (XI-XII secolo), il che significa che almeno era visitato o occupato.

La pietra grezza: cos'è e perché è importante

È una roccia calcarea che ha avuto origine migliaia di anni fa sulla costa di Alicante. Ha una consistenza porosa e ruvida, ed è una pietra rara, che si trova in pochissime zone del mondo. Il suo colore marrone dà calore e si vede molto sulle facciate del centro storico di Xàbia: un esempio di architettura tipica fatta con la tosca è il Chiesa fortezza di Sant Bertomeu. Secondo il geografo valenciano Figueras Pacheco, la pietra estratta è stata utilizzata anche per la costruzione di alcune torri del Dénia Castle.

Oltre ad essere estratto dalla Cova Tallada, è stato ottenuto anche dal Primo e dal Secondo Muntanyar, a Xàbia.

Tra gli anni '50 e '60 del secolo scorso furono costruiti molti chalet con tosca. Oggi questa pietra è molto apprezzata perché non viene più estratta da nessuna parte (è stata bandita dal 1972 per motivi di tutela ambientale). Quindi può essere raggiunto solo quando c'è una demolizione di un edificio costruito con esso.

Curiosità

Questa iscrizione potrebbe essere vista all'interno della Cova Tallada, ma è scomparsa decenni fa: FILIPO III HISP REX CAVERNAM HANC PENETRAVIT AN MDXCIX (Felipe III, re di Spagna, entrò in questa grotta nel 1599).

Posizione

Galleria

1 Comentario
  1. lepleux ha detto:

    Bonjour, êtes vous sur qu'il già un autobus che va alla cantina intagliata? Savez vous d'où il part?


37.861
4.463
12.913
2.680