Importanti criminali nazisti rimangono impuniti con i vicini dianenses nel cimitero

È noto che Denia ha dato il benvenuto a molti dei criminali che sono fuggiti per evitare l'accusa dopo la caduta della dittatura nazista. E non solo il nostro comune o la costa levantina, ma ci sono stati molti punti in Spagna che hanno scelto gli ex ufficiali di Hitler per nascondersi dalla giustizia. Pertanto, è normale che tra le tombe dei vicini di molti villaggi si possano trovare i resti dei responsabili di autentiche atrocità.

L'utente di Twitter @Albersicambias ha realizzato un thread raccogliendo diverse fotografie e storie di cimiteri in cui riposano i nazisti fuggiti. Tra questi, spicca la presenza di Denia, in cui sottolinea la simpatia che ha trasformato questi vicini per anni con un passato così sanguinoso.

Gerhard Bremer: il criminale che il Consiglio Comunale ha cercato di seppellire con onori

Uno di questi criminali era l'ex ufficiale Waffen-SS Gerhard Bremer, che ha partecipato all'invasione nazista della Polonia. Dopo aver scontato diversi anni di prigione, a 1954 si trasferì a Dénia con sua moglie e creò un resort di lusso chiamato Bremers Park Bungalows, dove, secondo l'autore del thread, organizzò feste spettacolari piene di dianenses e personalità tedesche. «Anche la banda municipale vi ha partecipato, indossava la sua uniforme regolamentare delle SS», commenta @Albersicambias. Apparentemente, queste feste hanno avuto luogo fino a 1980.

Dopo la sua morte, in 1989, fu sepolto a Dénia in occasione di un funerale che, secondo l'autore, dal Consiglio Comunale cercò di fare onore. Il sindaco di quel tempo, Pepe Crespo (Gent de Dénia), avrebbe proposto alla banda municipale di suonare in quell'atto di onori, che ha rifiutato di partecipare.

Anton Galler: responsabile delle riprese di persone 560 (adulti e bambini)

Tra le pietre tombali c'è anche l'Hauptsturmführer Anton Galler, il principale responsabile del massacro di Santa Ana de Stazzema. Ad agosto 12 di 1944, nella città italiana di Stazzema, Galler ha condotto le riprese dopo aver circondato 560 nella piazza della città, principalmente donne e bambini.

Un errore burocratico gli ha permesso di fuggire a Denia, dove ha riposato tranquillamente senza essere rimproverato per le atrocità commesse fino a 1995, sepolto nel cimitero accanto al resto dei dianenses.

articoli correlati

Commenti su "Importanti criminali nazisti rimangono impuniti con i vicini dianenses nel cimitero"

2 Commenti

  1. I XELO :

    Denia era un rifugio per i criminali nazisti con l'approvazione delle autorità dell'epoca.
    Non dobbiamo esserne orgogliosi.
    Piuttosto vergogna ...

  2. Rafael Selma :

    Totalmente secondo l'articolo non mi fermo, almeno, a pensare che Denia sia un luogo di benvenuto che, allo stesso modo, vivesse con questi "personaggi" eroi anonimi, come nel caso di Ana Estela Walrant, soggetto belga basato a Denia di 1946 e che era un eroe nella seconda guerra mondiale salvando molte vite. (La signora Estela mi ha raccontato innumerevoli storie che rendono i capelli lisci e che un giorno pubblicherò. Mi ha detto che la storia non può essere riscritta, che lo spagnolo è una città piena di picaresque e che la Legge è lì per realizzarla.

*

33.528
3.807

Questo sito utilizza cookies per voi di avere la migliore esperienza utente. Se si continua a navigare si sta dando il suo consenso all'accettazione dei biscotti di cui sopra e l'accettazione della nostra politica cookies, Clicca sul link per ulteriori informazioni.