Denia canta, salta e balla per rivendicare più scenari come La Fúmiga

La musica popolare è tornata ieri sera come colonna sonora di Denia. Una città in cui è stata a lungo emarginata e scomparsa nelle date delle grandi feste. La ragione? Incomprensibile. Per anni, mentre le città della Marina Alta e le regioni vicine si sono distinte per l'impegno nei confronti di gruppi rock e generi di gruppi più alternativi che sono stati cresciuti qui, Denia ha ignorato l'innegabile successo che ognuno di questi ha raccolto eventi.

Ieri sera, come abbiamo detto, è stato allestito uno scenario senza precedenti a Marqués de Campo per ospitare il concerto di La Fúmiga, una formazione di Alzira il cui ultimo singolo, Mediterraneo, è diventato il canto dell'estate per molti giovani della regione. La Fúmiga obbedì e rese giustizia con un repertorio in cui tutti i gruppi che passavano vicino a Denia erano presenti senza sosta, riempiendo concerti in ogni città e persino all'estero.

Parliamo di Obrint Pas, La Gossa Sorda, Aspencat, Zoo, Txarango ... È vero che i primi due hanno vissuto un'era dianense in cui sono venuti a scommettere su di loro, con quello scenario di Rock to the Sea che è scomparso senza preavviso dal porto di Denia. Nel caso di Aspencat e Zoo, un paio di anni fa si fermarono anche nella capitale della Marina, ma su iniziativa privata di un famoso night club, in una sola data che sostenevano di essere molto soddisfatti della risposta di persone, essendo uno dei giorni più redditizi per l'azienda, secondo le fonti dell'azienda.

Ora, nell'ultimo decennio, abbiamo sperimentato quella che potremmo considerare come la seconda era d'oro della musica nella zona. «È stato vissuto», anche se i dianenses hanno ascoltato o grazie a continui viaggi estivi per assistere alle loro esibizioni nei comuni vicini. A quelli già menzionati, potremmo aggiungere gruppi come Auxili, Mafalda, Smoking Souls e, naturalmente, La Raíz, una delle band con più seguaci degli ultimi anni, che non hanno esitato a suonare praticamente in tutte le città della regione ma, come no, senza l'invito di Denia, dove hanno ripetutamente mostrato interesse nel portare la loro musica.

Denia rivive la musica mancante

Ieri sera, La Fúmiga ha portato anni di canzoni di successo in una capitale, sorda e cieca, in una delle aree con la più grande cultura musicale. Tutti questi gruppi furono sottoposti a versione da quelli dell'Alzira prima che centinaia di giovani si divertissero alla festa che offriva. Una proposta che stiamo aspettando da molto tempo e che nemmeno nelle Fiestas, fatta eccezione per un anno insolito durante l'ultima legislatura, ci è stata data l'opportunità di viverla vicino a casa.

«Siamo sorpresi che non scommetti sulla musica nella capitale della regione più legata ad essa»

E non sono stati solo i fan a ricevere la notizia di un concerto di questo tipo a Dénia con sorpresa. La band stessa ha commentato a questi media l'incredulità con cui hanno assunto l'invito. “I compagni di altri gruppi erano impazziti quando dicemmo che avremmo suonato a Denia. Ci è stato detto che quella era la zona di Comanche », ha dichiarato uno dei membri del gruppo. «Siamo di Alzira e non abbiamo tutte le informazioni sulla situazione che puoi, ma siamo sorpresi che non scommetti sulla musica nella capitale della regione più strettamente collegata ad essa, quindi spero che l'appuntamento di oggi possa servire a questo viene riattivato e nuovamente normalizzato ».

Tuttavia, la risposta dei giovani è stata almeno impressionante, qualcosa che sia il gruppo che l'attuale consigliere di Feste, Óscar MengualHanno riconosciuto. «Noi, del Consiglio comunale, scommettiamo sulla musica in valenciana e oggi abbiamo visto la grande risposta popolare di una massiccia assistenza agli eventi che hanno avuto luogo e, in particolare, al concerto de La Fúmiga», afferma l'assessore, che promette di proseguire su questa linea e di studiare la creazione di più eventi dello stile.

Il Fúmiga potrebbe essere riuscito a svegliare Denia una volta per tutte. Indubbiamente, è servito a colpire il tavolo e rivendicare spazi popolari alternativi alla ripetitiva musica commerciale che regna nelle nostre feste monotematiche. Quelli dell'Alzira si sono già prestati ad aiutare: «Ogni volta che Dénia vuole, siamo disposti a venire».

articoli correlati

Commenti su "Denia canta, salta e balla per rivendicare più scenari come La Fúmiga"

1 Comentario

  1. Giovanni :

    Non è stato un concerto di musica,
    Era rumoroso con proclami politici.
    Innanzitutto la musica, con qualità e, se necessario, parla di politica.
    Concerto di rumori quello che c'era.

(Obbligatorio)

33.565
3.889
6.543
1.610
Utilizziamo cookie propri e di terze parti per offrirti pubblicità personalizzata e raccogliere dati statistici. Se continui a navigare consideriamo che accetti il ​​nostro politica cookies.