Il compromesso vota contro l'aumento dei salari proposto dal governo socialista

compromis per Denia ritiene «In alcuni casi eccessivo» l'aumento di stipendio che ha approvato il PSPV nella città di Denia questo giovedì a mezzogiorno. Per questo motivo hanno votato contro questa misura nella sessione plenaria straordinaria che è stata sottoposta all'approvazione.

Il portavoce per la formazione, Rafa Carrió, ha spiegato nel suo discorso che «Comprendiamo che dobbiamo nobilitare la politica, il lavoro che comporta e siamo a favore di salari dignitosi in tutti i settori. Ma quel lavoro al servizio dei cittadini non dovrebbe essere trascurato da azioni incoerenti o interessate. Vale a dire, ci sembra che con questa misura, l'immagine della politica nella società sia minata e getti via il lavoro che abbiamo fatto in questi quattro anni dimostrando che era possibile un altro modo di fare politica, una politica a pieno servizio dei cittadini, dall'umiltà e dall'onestà ».

Carrió ha ricordato che nel precedente periodo era stato proposto un consigliere, in questo caso Eva rotonda, ha avuto una dedizione parziale, come è stato ora approvato per la consigliera Melani Ivars, e quattro anni fa questa possibilità non è stata approvata. Il portavoce valenciano si è chiesto «Cosa è cambiato in questi quattro anni», concludendo quello "La realtà è questa, in 2015 con noi abbiamo dimostrato che eravamo in politica per fare politica, e non vivere di politica, facendoci abbassare i salari. E ora il PSOE rende questa misura dalla sua maggioranza assoluta ».

articoli correlati

Commenti su "Il compromesso vota contro l'aumento delle retribuzioni proposto dal governo socialista"

*

33.516
3.806

Questo sito utilizza cookies per voi di avere la migliore esperienza utente. Se si continua a navigare si sta dando il suo consenso all'accettazione dei biscotti di cui sopra e l'accettazione della nostra politica cookies, Clicca sul link per ulteriori informazioni.