Dénia.com
Cerca

Il compromesso rimprovera la mancanza di umiltà nel primo anno di legislatura della squadra governativa

23 June 2020 - 13: 21

Il gruppo municipale di compromis Ha tenuto una conferenza stampa questo pomeriggio per riferire sulla sua attività durante il confinamento, spiegare le sue decisioni in merito alle misure annunciate dal Consiglio comunale e, allo stesso tempo, valutare il primo anno dell'attuale squadra governativa.

"Siamo stati responsabili e costruttivi, e siamo stati tranquilli come il gruppo politico serio che siamo", il portavoce Rafa Carrió ha iniziato l'apparizione. Il consigliere valenziano ha ammesso che sono stati mesi molto difficili con i quali il dirigente ha dovuto vivere e che a suo parere sono riusciti a superare con buoni voti, celebrando che hanno continuato con misure progressive per superare tutte queste avversità. "Siamo stati stabilità ed equilibrio perché era importante lavorare insieme, lasciando da parte la partigianeria".

Tuttavia, ha voluto sottolineare che non sono d'accordo con tutti gli aspetti delle azioni del Consiglio comunale. Carrió ha rovinato la mancanza di umiltà della squadra del governo nel raccogliere le proposte degli altri gruppi. "È stata creata una commissione partecipativa che è stata finalmente più istruttiva perché non hanno ascoltato le proposte degli altri, rigirandole per farle proprie".

E ne dà un esempio con il caso delle bollette dell'acqua, che Comprom aveva chiesto di ritardare in tutte le società e il Consiglio comunale ha presentato la misura come propria, ma solo in modo che gli albergatori ne abbiano beneficiato, "come se la crisi non colpisse i saloni di parrucchiere". Allo stesso modo, la formazione valenciana ha proposto la sospensione del tasso di occupazione delle strade pubbliche e invece di approvarla, come è stato fatto in molte altre città, "lo hanno cambiato per dire che le aziende potevano essere premiate fino al 100%".

Ma lasciando da parte le difficoltà di DANA, Gloria e la gestione della crisi sanitaria, Carrió ha riassunto il primo anno di governo solitario del PSPV come "la continuazione di progetti già iniziati nella precedente legislatura, l'outsourcing degli studi, l'aumento degli stipendi e il ruolo".

In primo luogo, Carrió ha descritto l'equilibrio fatto dal PSPV del suo primo anno di governo solista come "Parziale ed esagerato". "Vogliamo che tutti i progetti abbiano successo e in un anno di governo alcuni sono stati raggiunti, ma non bisogna dimenticare che la maggior parte di essi non sono nuovi, corrispondono a progetti già avviati con l'accordo di Castell e che sono anche progetti di impegno ”. Tra gli esempi, ha nominato i progetti del piano di costruzione, Gasterra, Espacio Castejón, la pista di atletica leggera, il prato di Diego Mena, la sezione Joan Fuster, i progetti del consiglio provinciale (Oeste-Padre Pere, tenore Cortis, calle Mayor ), tra gli altri.

Al contrario, ha affermato di non sapere nulla dei risultati di progetti in sospeso come il Piano generale, la realizzazione del lavoro di Valero de Palma, il Museo Fester, la facciata del Casa de la Cultura, lo studio delle specifiche del nuovo contratto di pulizia urbana, il porto autonomo o il piano generale del Castell, tra molti altri. Allo stesso modo, ha anche criticato il fatto che in molti consigli nessuna attività è stata notata e che tutto è stato esternalizzato e contratto studi per realizzare progetti che, "Oggi vendono come successi e non sono ancora una realtà".

"Ciò che non è continuato è l'onestà, l'umiltà e l'austerità che era normale nella legislatura precedente."e quindi, tra l'altro, "Gli impegni sono necessari nel governo della città di Denia", ha detto il sindaco.

Per finire, Carrió ha effettuato una valutazione interna e ha affermato che i compromessi continueranno a privilegiare la stabilità e il bene comune, essendo positivi e sostenendo quando opportuno; fornire proposte, come la costruzione di una rotonda all'incrocio di Santa Llúcia, e movimenti, come la creazione di un Tavolo per il benessere degli animali, per citarne alcuni.

Per quanto riguarda quest'ultimo, il suo delegato, Eva rotonda, è intervenuto per ricordarlo “Siamo molto grati perché hanno voluto darci la responsabilità e vogliamo lavorare per garantire la partecipazione sociale in questioni relative alla protezione degli animali, ma vogliamo che sia un organo veramente collaborativo e non ci permetteremo di essere emarginati, a seconda dell'ufficio del sindaco. delle decisioni ". Infine, ha spiegato che non è ancora ufficialmente costituito a causa del rinvio dei processi amministrativi, "Ma sarà presto operativo e inizieremo a stabilire contatti e incontri con gli agenti coinvolti nel mondo animale".

Lascia un commento

    35.810
    4.151
    9.536
    1.990
    Utilizziamo cookie propri e di terze parti per offrirti pubblicità personalizzata e raccogliere dati statistici. Se continui a navigare consideriamo che accetti il ​​nostro politica cookies.