Dénia.com
Cerca

CEDMA è impegnata nel turismo attivo, nella gastronomia e nei servizi per rivitalizzare l'economia regionale

19 settembre 2020 - 01: 35

Il Consiglio di Amministrazione di Cedma, raccolta in videoconferenza e presieduta da Benito Mestre, ha svolto un'analisi di cosa ha significato la stagione estiva nella Marina Alta, con risultati di occupazione decisamente migliori di quanto inizialmente previsto.

Secondo gli uomini d'affari, questi dati possono essere attribuiti in larga misura alla buona gestione condotta nei mesi di marzo, aprile e maggio dal Dipartimento della Salute di Denia e al comportamento responsabile e maturo della società della Marina Alta.

Grazie alla bassa incidenza del COVID-19 nell'area, la regione è risultata particolarmente attrattiva per il turismo nazionale, che è stato in grado di sopperire in parte alla mancanza di visitatori provenienti da altri paesi. L'interesse suscitato quest'estate dal cosiddetto "Turismo attivo", attività svolte in mezzo alla natura, all'aria aperta, che hanno avuto una maggiore accoglienza rispetto alle altre stagioni.

Inoltre il CdA CEDMA ha sottolineato il buon lavoro delle aziende e la rapidità con cui sono stati implementati tutti i protocolli igienico-sanitari, soprattutto da parte delle strutture ricettive. Tuttavia, è dispiaciuto che la vita notturna sia stata punita, poiché grazie a misure preventive ha dimostrato di avere un'incidenza molto bassa di nuove infezioni.

Nei prossimi mesi, l'insistenza sul mantenimento dei protocolli di prevenzione e il comportamento impeccabile della stragrande maggioranza dei cittadini saranno fondamentali per la ripresa economica dell'intera regione. In questo senso, CEDMA sottolinea che nel medio e lungo termine sarà necessario aumentare la presenza dell'Industria nella Marina Alta, attraverso la programmazione dei terreni industriali e il miglioramento delle comunicazioni terrestri. Anche così, l'opzione migliore a breve termine e con l'inverno alle porte, è rafforzare il settore dei servizi (ospitalità, aziende legate al settore delle costruzioni, ecc.), Soprattutto perché è stato rilevato un valore più che accettabile livello di occupazione a settembre attribuibile al telelavoro.

Per rafforzare i buoni numeri e affrontare un anno incerto, affrontando il periodo tra l'autunno 2020 e la primavera 2021, è fondamentale progettare un'offerta complementare con attrazioni come spiagge in inverno, la natura esuberante della Marina e le vette del Montgó, Bèrnia, Cavall Verd, Peñón de Ifach, Segària, ecc.; la gastronomia generosa e riconosciuta a livello internazionale; un clima salubre e aria pulita grazie al mare e alla montagna.

Per questo motivo gli imprenditori si impegnano a fare uno sforzo che indichi la regione come meta sicura, promuovendo anche quelle attività che stanno attirando il turismo più familiare: escursionismo, vela, kayak ... Azioni che si possono svolgere all'aperto e che possono essere integrate a persone di età diverse. Azioni che, insomma, possono attrarre alla Marina Alta visitatori da tutto il territorio nazionale nei mesi in cui per
norma declina l'attività economica.

Come primo passo verso la ripresa economica, il Cercle Empresarial de la Marina Alta sta collaborando all'organizzazione di due eventi che si svolgeranno nelle prossime settimane e che permetteranno di affrontare le attuali sfide affrontate da aziende di diversi settori di La Contea. Sono il I Forum del commercio locale, organizzato da Comerç de Gata che si svolgerà il 29 settembre in detta città e che ha la partecipazione del Consiglio provinciale di Alicante, e il Focus Pyme and Entrepreneurship Marina Alta 2020 per il 1 ottobre, insieme a CEEI Elche, IVACE, Creama, Jovempa, Aehtma, UGT L'Alacantí-La Marina, tra le altre entità.

Lascia un commento

    36.221
    4.211
    10.261
    2.050
    Utilizziamo cookie propri e di terze parti per offrirti pubblicità personalizzata e raccogliere dati statistici. Se continui a navigare consideriamo che accetti il ​​nostro politica cookies.